AVVOCATO CASSAZIONISTA UNA VITA DEDICATA ALL'ORDINE FORENSE - GIA' PRESIDENTE DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI SANTA MARIA CAPUA VETERE HA FONDATO LA FONDAZIONE CHE PORTA IL SUO NOME E SI CHIAMA FEST

sabato 7 gennaio 2017

!4 GENNAIO 2017 CELEBRAZIONE QUARANTESIMO ANNIVERSARIO DELLA SCUOLA DI FORMAZIONE DEI PRATICANTI AVVOCATI

IL BLOG ELIO STICCO RIPRENDE LA ATTIVITA'
I COLLEGHI SONO INVITATI A COLLABORARE

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
    PRESENTAZIONE DI UNA CELEBRAZIONE MANCATA
    RESPONSABILITA' dell'ESECUTIVO del CONSIGLIO
°°°°°°°

La FONDAZIONE ELIO STICCO era nel tormento della NUOVA GESTIONE del "CAMBIAMENTO" che si sostituiva alla Gestione dell"UNIONE" con la vittoria delle elezioni del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati sostenute nel  gennaio 2012.
La classe forense dando credito alla propaganda elettorale ritenne che fosse utile il "ricambio" soprattutto per infondere energie giovanile alla gestione Consiliare.
Il nuovo Consiglio ebbe a rifiutare la collaborazione degli Unionisti che soprattutto intendevano evitare che l'Ordine Forense subisse i danni di un conflitto di cui il CAMBIAMENTO era portatore.
Nei sei anni trascorsi la iniziale compagine ha subito delle trasformazione per cui nell'attuale Consiglio sono rimasti solo cinque Consiglieri della originaria estrazione e cioè ci sarebbe verificato un vero " cambiamento" che avrebbe dovuto abbandonare la linea dell'odio e e del conflitto e restituire alla classe forense quella necessaria serenità per ingranare la marcia giusta e recuperare dalle macerie la difficile ricostruzione sull'onda del glorioso passato.
Ma i cinque Consiglieri rimasti costituenti i promotori del "movimento col patto di demolire il passato impersonato dall'avv.Elio Sticco e dalla figlia Annamaria" hanno conservato le leve del comando continuando nella linea eversiva così che la situazione attuale viene ad essere disastrosa e sarà trattata nei prossimi articoli pur anticipata dalla seguente sintesi:
1) In riferimento al Consiglio dell'Ordine:
a) Viene accettata silenziosamente  la eredità lasciata dall'Unione sfruttandola completamente ma  sforzandosi inutilmente di cancellare il nome dell'autore in coerenza del vituperio propagandato nei tre anni precedenti alle elezioni forensi del gennaio 2012 sforzandosi di cancellare il nome dell'autore STICCO ,denigrato e diffamato in esecuzione dell'accordo (pactum sceleris) promosso dai cinque colleghi appropriatisi,malgrado la incompatibilità,delle leve di potere del Consiglio dell'Ordine e della Fondazione.
2) In riferimento alla FONDAZIONE ELIO STICCO:
b) Vien estromessa nel agli inizi del 2014 dal Consiglio di Amministrazione la compagine UNIONE composta di 5 Consiglieri e sostituita con componenti di fedeltà del CAMBIAMENTO .
L'avv.Antonio MIRRA venne dislocato alla FONDAZIONE perchè essendo accanito sostenitore del patto del 2009 (FONDAZIONE DELENDA EST) aveva dato certezza che avrebbe portato a compimento le bravate del "pactum sceleris": boicottaggio, persecuzione, morosità nei confronti del consulente scientifico con imposizione modifica contratto,cambiamento del corpo docente,segretazione degli atti,esclusione del Presidente onorario dal ruolo,impoverimento delle attività,mancato pagamento del corrispettivo malgrado provvista nella dotazione annuale,mancata attivazione  sala informatica,impoverimento dell'attività della formazione continua, aggravamento del contenzioso,mancata esecuzione celebrazione quarantennale, mancata costituzione dei fondi di riserva,ecc.).

A distanza di sei anni la situazione del Consiglio dell'Ordine e quella della Fondazione sono disastrose in quanto le leve di comando impersonate dal Presidente,dal Vice Presidente,Tesoriere,Delegato all'assistenza e Previdenza ed il "bravo" Presidente della Fondazione con i 4 afoni  Consiglieri nella esasperazione dei conflitti sarebbero pervenute al capolinea con atti inqualificabili o con imputabili omissioni.
Un esempio di questa lotta al "nome STICCO" si ha nella mancata realizzazione della Celebrazione annunciata pur avendo il Presidente del Consiglio indicata la data ma poi facendo prevalere ( con proprio piacere) il veto dell'avv.Antonio Mirra  



🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻🔻

LA CELEBRAZIONE MANCATA

14 GENNAIO 2017 ore 11 
                     presso la F.E.ST.                      
CERIMONIA QUARANTESIMO ANNIVERSARIO 
     SCUOLA di FORMAZIONE dei PRATICANTI   

🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺     

Il Consiglio dell'Ordine degli Avvocati ha inteso assumere in prima persona la cerimonia celebrativa del  compimento dei 40 anni di vita della prima Scuola di Formazione dei Praticanti. realizzata in Italia
Il luogo naturale della celebrazione non poteva essere che la sede della FONDAZIONE il cui FONDATORE si identifica col CONSIGLIO dell'ORDINE degli AVVOCATI.
La data fissata per il 17 dicembre 2016 venne rinviata al 14 gennaio 2017 perchè il Consiglio dell'Ordine era impegnato per i preparativi della tradizionale FESTA degli AUGURI la quale è stata di buon auspicio per consolidare la linea dell'UNITA' FORENSE            
                E' entrato nella coscienza comune il concetto che la FONDAZIONE ELIO STICCO ha come FONDATORE il CONSIGLIO dell'ORDINE degli AVVOCATI di S.MARIA C:V. e che quindi la stessa è una filiazione della AVVOCATURA nella cui sede  è insediata la SCUOLA  di FORMAZIONE dei PRATICANTI AVVOCATI istituita dal C.O.A con delibera del 17 dicembre 1976 che affidava la relazione all'avv.Augisto Zampone e  il programma didattico al prof.avv. Giovanni Verde,che si avvalse   della collaborazione del prof.avv.Giuseppe Olivieri.
Il lavoro svolto venne valutato dal Consiglio che in data 1 aprile ufficializzava la istituzione 
Il successo è dimostrato della diffusione della idea in tutti gli altri Ordini Forensi che vanno realizzando  Scuole sull'esempio Sammaritano.
Sulla spinta di tale primato i corsi di indirizzo professionale sono diventati   il terzo requisito obbligatorio per potere ottenere  il certificato di compiuta pratica, necessario per accedere all'esame di abilitazione.(art.43 e 45 Nuovo Ordinamento  Forense). Tale requisito quindi si aggiunge alla frequenza presso uno studio professionale ed  alla frequenza delle udienze.
Tali Scuole dovranno essere sempre più competitive e saranno basate sulla valorizzazione del merito e la iscrizione sarà prevista in numero programmato approvato dal Ministro della Giustizia..
La giornata celebrativa quindi si prospetta  anche come  una giornata preparatoria per il futuro della Scuola nella relazione predisposta dalla collaborazione scientifica della Fondazione che ritiene la formazione debba riportarsi al precedente splendore dando sostanza all'indirizzo del valore di merito ,che si delinea per un'Avvocatura veramente competitiva, cui il Consiglio dell'Ordine intende dedicare il  proprio impegno. .
Stiamo muovendo i primi passi nell'anno 2017 e tutti dovremmo unirci per riconquistare le posizioni perdute.senza sciupare le energie  in infecondi ostacoli.
                                                                         
                               ⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫