AVVOCATO CASSAZIONISTA UNA VITA DEDICATA ALL'ORDINE FORENSE - GIA' PRESIDENTE DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI SANTA MARIA CAPUA VETERE HA FONDATO LA FONDAZIONE CHE PORTA IL SUO NOME E SI CHIAMA FEST

domenica 27 novembre 2016

LA FUNZIONE DEL PROCURATORE LEGALE SENZA COMPENSO

   

                                                                  ******************
                                                                              *******
                                                                                   *
     LA FUNZIONE PROCURATORIA DELL'AVVOCATO PERMANE ....................... SENZA ESSERE RETRIBUITA?
                                 %%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%


L'AVVOCATURA deve assumere il suo ruolo politico/sociale e non piegarsi supinamente allo sfascio che vede moltiplicarsi istituti giudiziari in contraddizione ma certamente in favore del debitore mentre il creditore nel tentativo del recupero viene gravato di balzelli ( marche e contributo unificato), che lo scoraggiano dall' avventurarsi nei meandri di un procedimento esecutivo che, oltre ad essere costoso, è lungo ed incerto.
Nella crisi economica dello Stato, in cui l'Avvocato entra come bersaglio, riteniamo di stimolare i colleghi Avvocati a porsi il problema delle nostre TARIFFE PROFESSIONALI in cui risultano omessi"i diritti" procuratori pure conservando l'Avvocato la "funzione procuratoria"
L'attività professionale è al centro del bersaglio e lo dimostrano le tariffe professionali Ministeriali  nelle  quali sono previsti solo compensi per la funzione difensiva; ma siamo    sicuri che con il decreto Ministeriale che ha stabilito  la tariffa professionale  per i soli onorari i diritti procuratori sono stati aboliti in violazione degli artt.35 -36 della Costituzione ?
Eppure vi sono giudizi di vecchia data ove l'attività di "procuratore" e superiore a quella di "difensore" ed allora le tariffe professionali  approvate con Decreto Ministeriali non potevano privare dei  diritti che maturavano la loro retribuibilità  al momento  dell'esercizio dell'attività procuratoria e che certamente conservano la loro validità. 
Il Consiglio Nazionale Forense non ha fornito spiegazioni né i Consigli dell'Ordine si sono attivati sul problema.
Ed allora è opportuno che gli Avvocati inseriscano nelle note, oltre alle spese ed onorari anche i diritti e ne sottolineino la tripartizione nel verbale di conclusioni e nelle memorie per modo da fornire al Giudice la possibilità di pronunciarsi
                                  
                                                                  COMITATO REDAZIONALE.

                                                       %%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%


martedì 15 novembre 2016

L'AVVOCATURA MESSA FUORI DELLA DISCUSSIONE DELLE CAUSE CIVILI DINANZI LA CORTE DI CASSAZIONE

                     ULTERIORE RIFORMA DEL PROCESSO CIVILE
                       L'AVVOCATURA DISINFORMATA SUBISCE ALTRO VULNUS NEL
                   GIUDIZIO DINANZI LA SUPREMA CORTE DI CASSAZIONE
?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!

IL MODELLO GENERALE DI DEFINIZIONE DEL CONTENZIOSO PENDENTE DAVANTI LA CORTE DI CASSAZIONE E' DIVENUTO QUELLO CAMERALE CON LA LEGGE  n.197 del 25 ottobre 2016  pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 29 ottobre 2016 immediatamente entrata in vigore.
Con velocità da record sono state adottate le 
"MISURE PERLA RAGIONEVOLE DURATA DEI PROCEDIMENTO PER LA DECISIONE DEL RICORSO PER CASSAZIONE"

L'art.380 bis e l'art. 380 bis 1 che la decisione in camera di Consiglio avviene senza l'intervento del P.M. e delle parti.
In conclusione la difesa orale è stata abolita nel procedimento  camerale che ormai è stato generalizzato.
Che cosa ha fatto il C.N.F. per evitare questo grave scempio ai danni dell'Avvocatura ?

Ed il nostro Consiglio perchè non si è attivato per stimolare l'attenzione e l'azione del Consiglio Nazionale Forense ? 
perchè il problema non è stato agitato con un'assemblea e con la informativa delle news ?

Eppure il Governo ritiene che la legiferazione sia lenta e da accelerare con l'abolizione del SENATO e,mentre ci distraiamo tra un "si" ed un "no"  per il referendum si commette ennesimo sopruso ai danni dell'Avvocatura.
                      ************************* 
                                      

lunedì 14 novembre 2016

FESTA DEGLI AUGURI E ANNIVERSARIO DELLA FORMAZIONE DEI PRATICANTI : DUE FACCE DELLA STESSA MEDAGLIA.



                                                    *************
SI DIFFONDE L'ENTUSIASMO SULLA PROPOSTA DA PARTE DEL PRESIDENTE ONORARIO DELLA FONDAZIONE
                                                                   F.E.ST.
                                       ^^^^^^^^^^

GRANDE FERVORE STA SUSCITANDO LA PROPOSTA DELL'UNIONE AVVOCATI DI CELEBRARE PER SABATO 17 DICEMBRE 2016  I QUARANTA ANNI DELLA ISTITUZIONE DELLA SCUOLA DI FORMAZIONE DEI PRATICANTI AVVOCATI.:
UNA GRANDE OCCASIONE PER UNA PACIFICAZIONE E  PER PORRE FINE ALLA SPIRALE CONFLITTUALE CHE STA DANNEGGIANDO IL NOSTRO ORDINE FORENSE.

DOBBIAMO ANALIZZARE CHE COSA RAPPRESENTAVA IL NOSTRO ORDINE SULLO SCENA  NAZIONALE E DISTRETTUALE IERI ED OGGI E QUALE PROIEZIONE PER IL FUTURO STIAMO TRACCIANDO. PE LE GIOVANI LEVE
NON SPRECHIAMO LE NOSTRE ENERGIE IN CONFLITTI DELETERI PIU' CHE INUTILI   E SOPRATTUTTO  NON CADIAMO NELL'ERRORE DI DARE UNA COLORITURA POLITICA 
ALLE PROSSIME ASSEMBLEE  SUI BILANCI.

CERCHIAMO DI NON METTERE LA TESTA SOTTO LA SABBIA PER NON VEDERE CHE IL CONSIGLIO IN CONFLITTO INTERNO  HA UTILIZZATO TUTTE  LE ELABORAZIONI E L'ORGANIZZAZIONI CHE FANNO PARTE DELLA STORIA DELLA QUALE CI DOBBIAMO VANTARE PER ANDARE OLTRE E NON PERDERCI IN LITI DELLE QUALI ALTRI APPROFITTANO.

RICONOSCIAMO I NOSTRI ERRORI ED UNITI RITORNIAMO AD ESSERE IL FORO "PILOTA E GUIDA IN CAMPO NAZIONALE" COMINCIANDO A  DARE ATTENZIONE 
ALLA PROSPETTATA  ASSISE CELEBRATIVA della SCUOLA SULLA QUALE FINO AD OGGI NON E' ANCORA PERVENUTO ALCUN CENNO NE' DA PARTE DEL CONSIGLIO DELL'ORDINE NE' DA PARTE DELLA  FONDAZIONE F.E.ST. 
MA ANCHE LA "FESTA  DEGLI AUGURI"  CHE E'  STATA ACCETTATA DAL NUOVO CONSIGLIO E' UNA VALORIZZAZIONE DELLA STORIA ED UN GIUSTO RICONOSCIMENTO, CHE VA UTILIZZATO PER COMPORRE L'UNITA' SENZA TRASCURARE  LA CELEBRAZIONE  DELL'ANNIVERSARIO DELLA FORMAZIONE PER SUPERARE  OGNI GRETTA VISIONE PERSONALISTICA  SULLE DENOMINAZIONI  CON  CUI SI IDENTIFICA  LA STORIA DI IERI, CUI  NON SOLO LA "FESTA DEGLI AUGURI" SI RICOLLEGA.
                                                                                      UNIONE AVVOCATI

venerdì 11 novembre 2016

DISCORSO INAUGURALE DELLA SEDE FONDAZIONE F.E.S.T. DEL 16 DICEMBRE 2005


Geraldina Zampone ,avendo appreso che in occasione della Festa Natalizia si sarebbe celebrata la ricorrenza del quarantennio della Istituzione della SCUOLA di FORMAZIONE dei PRATICANTI AVVOCATI deliberata il 17 dicembre 1976,ha fatto recapitare all' UNIONE AVVOCATI il discorso pronunciato il 16/12/2005 dal marito avv.AUGUSTO ZAMPONE in occasione dell'inaugurazione della sede della FONDAZIONE F.E.ST.,che all'epoca ricopriva la carica di Tesoriere del C.O.A.

Il prologo è meritevole di essere pubblicato per ricordare l'autore e per fornire alla STORIA un documento che certamente dovrebbe far meditare riaffermando che della FONDAZIONE il FONDATORE è il CONSIGLIO dell'ORDINE degli AVVOCATI.





mercoledì 9 novembre 2016

CELEBRAZIONE DEI 40 ANNI della PRIMA SCUOLA DI FORMAZIONE

     17 dicembre 2016
    CELEBRAZIONE DEI 40 anni della SCUOLA DI FORMAZIONE dell'ORDINE
         ASSEGNATA E GESTITA dalla FONDAZIONE ELIO STICCO
 
 
 
La ricorrenza della istituzione della SCUOLA DI FORMAZIONE dei PRATICANTI AVVOCATI che avvenne il 17 dicembre 1976 è una data che fa parte della STORIA  di 60 anni della nostra AVVOCATURA  che va valorizzata, ricordata e rafforzata dalle nuove energie, che in questi 4 anni di esperimento del CAMBIAMENTO hanno  certamente fatto utile esperienza interpretativa del mandato conferito dal voto. che non si intendeva come "cambiamento in peius" onde la necessità di una immediata  "strambata di rotta" 
Combattere la nostra STORIA diventa distruttiva del FUTURO della nostra AVVOCATURA.
 
Ed allora cominciamo a riconoscere i nostri errori intervenendo sui conflitti ancora aperti che generano altri conflitti in una spirale senza fine.
Liberiamo il nostro inconscio di velenosi germi fratricidi e cancelliamo con un colpo di spugna quei deliberati che sviluppano conflitti riportandoci agli insegnamenti che provengono dalla nostra STORIA e che gli altri Fori utilizzano per le loro avanzate.
Evitiamo così di dare all'ASSEMBLEA del  "bilancio consuntivo" la coloritura della politica conflittuale aggravata da eventi che vanno ricondotti all' "unione".
Riuniamoci, quindi,  tutti con il convincimento del "chi è senza peccato scagli la prima pietra"e che non si può con le parola cancellare  i vari fatti e deliberati ostili.
 
La celebrazione del quarantennale della Scuola di Formazione,gestita dalla FONDAZIONE,  dovrà avere un valore riparatorio per chiarire, capirsi  e cancellare le cause ed i segni del conflitto.
Un AUGURIO che viene condiviso da tutti e che diventa un imperativo al quale dovremmo essere tutti obbedienti evitando che si arrivi alla FESTA del NATALE tutti divisi.
                                      La redazione dell'UNIONE AVVOCATI

giovedì 3 novembre 2016

ELENCO dei 23 candidati all'ORGANSMO CONGRESSUAE FORENSE


*****************************************************************************
ELENCO DEI CANDIDATI
ALL'ORGANISMO CONGRESSUALE FORENSE
Votazione dalle ore 09,00 alle 13,30
presso l'Aula METAFORA nel NUOVO PALAZZO di GIUSTIZIA - NAPOLI

     1)          AIELLO Camilla
     2)          BELLEZZA Maria Rosaria
     3)          CAPASSO Franco
     4)          COLABELLA Umberto
     5)          DEL GROSSO Francesco
     6)          FIORILLO Nicola
     7)          FUCCILLO GIANLUCA
     8)          GALLOZZI Michele
     9)          GRANATA Alfredo
    10)         IGNORATO Ciro
    11)         LA MARCA Angela
    12)         MAISTO Gaetano
    13)         MIGLIACCIO Teofilo
    14)         PALERMO Stefania
    15)         PALMIERO Carlo Maria
    16)         PERIFANO Ester 
    17)         PINTO Eduardo
    18)         RICCIO Giuseppe  
    19)         ROSSI Armando
    20)         SAVARESE Edoardo
    21)         SILVESTRI Floriana
    22)         TEDESCHI Assunta
    23)         TORRESE Gennaro

Gli elettori potranno esprimere solo 3 preferenze
Nel bando non si specificano riserve per le quote rosa
L'eccedenza delle candidature favorisce  candidato AVERSANO.
                                                                   AUGURI

anche se riteniamo che il Consiglio dell'Ordine di S.Maria C.V. poteva
senza misteri spiegare il perchè non sarebbe stata candidata la uscente avv.Fernanda D'AMBROGIO.
  ******** *******************************************************************

             

mercoledì 2 novembre 2016

AMMISSIBILE UNA NUOVA ASSEMBLEA SUL BILANCIO ? ? ?


                                       &&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&

  LA COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO AVREBBE MESSO ALL'ORDINE DEL GIORNO LA RIFISSAZIONE DELL'ASSEMBLEA SUL BILANCIO.  LADDOVE LA SOSPENSIONE DELL?ASSEMBLEA IN CORSO DI VOTAZIONE APRE IL PROBLEMA DELLO SCIOGLIMENTO DEL CONSIGLIO NON POTENDOSI RIPETERE SE SI OPPORRA' IL RIFIUTO DELLA PRESENZA E PARTECIPAZIONE ALLA PROSSIMA ASSEMBLEA.
SI APRE COSI' IL PROBLEMA DEL  VALORE DELLE ASSENZE  MA SOPRATTUTTO SI ACUISCE LA CONFLITTUALITA' CHE BISOGNEREBBE  ASSOLUTAMENTE EVITARE.

LA QUESTIONE BILANCIO HA ASSUNTO UN VALORE POLITICO PER CUI IL VOTO CONTRARIO NON AVREBBE BISOGNO DI MOTIVAZIONE ,PERALTRO NON RICHIESTA
DAL NUOVO  REGOLAMENTO,SILENZIOSAMENTE APPROVATO IN SOSTITUZIONE DI QUELLO PRECEDENTE CHE CONTENEVA GARANZIE A FAVORE DELLA FONDAZIONE,

ORMAI il CONSIGLIO ATTUALE PER GLI INSUCCESSI DELLA DISASTROSA AMMINISTRAZIONE SI RITROVA FUORI DI COMPETITIVITA' AL CONFRONTO CON LA "CONSILIATURA STORICA" PER CUI  POTREBBE SOLO AVERE BENEFICI DA UN ATTO DI RINUNCIA RESPONSABILE. e DIGNITOSA.
INVERO BISOGNA EVITARE CHE SI TORNI IN ASSEMBLEA CON L'ACCENTUAZIONE DEL CONFLITTO E CON LE INCOMPATIBILITA' TRA CONSIGLIO E FONDAZIONE.
L'ORDINE  E' ISTITUZIONE DI SERVIZIO  CHE l'ATTUALE COMPOSIZIONE HA TRASFORMATO IN POTERE AUTORITARIO. 

CONDIVIDIAMO INSIEME LA INAMMISSIBILITA' DI UNA NUOVA ASSEMBLEA IN  SOSTITUZIONE DI QUELLA SOSPESA IN CORSO DI VOTAZIONE e PASSIAMO A TROVARE  LA DISPONIBILITA' DI AVVOCATI CHE SAPPIANO   ASSUMERE  LA GESTIONE CONSILIARE DI "TRANSIZIONE"  SENZA ANIMOSITA' BELLICA, SPIRITO DI RIVALSA ED INCOMPATIBILITA'.
SARETE  I MAGGIORI BENEFICIARI DI QUESTO ATTO DI VALORE INCOMMENSURABILE..

                                                  *************************

martedì 1 novembre 2016

DOVERE DI VERITA'




                                   LA VERITA' FA MALE ?
Pubblichiamo la lettera diretta al Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di S.Maria C.V. perchè la nostra Avvocatura ha bisogno di estirpare  dall'anima e dal cuore di personaggi assurti alla,carica di Consiglieri con lo spirito di distruggere la storia del nostro Ordine Consiglio che resta comunque scolpita dai fatti ed opere che ancora palpitano  nella presenza dell'autore principale che ne è divenuto  automatico bersaglio.
Si sono avvicendati due Consigli nel 2012 e nel 2015 ma pur con l'innesto di "nuovi entrati"la politica di vendetta non cambia ed infatti  si continua a demolire con il passivo coinvolgimento dei "nuovi" e con la l'astensione equivalente a consenso da parte dei "consiglieri" che hanno subito la violazione dello impegno della turnazione nelle cariche consacrato in documento,pubblicizzato dalla stampa ma  non  allegato nei verbali.
Da quattro anni si assiste alla squallida serpeggiante manovra di cambiare lo Statuto della Fondazione  per cancellarne la dotazione vitale necessaria  per la esistenza della stessa ma soprattutto per la intenzione di cambiarne il "nome".
Una pochezza ed una piccineria che certamente turba il destinatario che vorrebbe conservare la propria umiltà ma non giganteggiare nella palude.
 Questa perseveranza  in cattività però suona certamente      offesa all'Avvocatura che si è sentita partecipe di una STORIA luminosa dalla quale certamente erano estranei gli innominabili colleghi,che erano intenti a curare imprenditorialmente i propri studi beneficiando del successo reddituale, che li pone fuori della crisi economica di cui soffre oggi l'Avvocatura.
Errare  humanum est,perseverare autem diabolicum

                                                                           °°°°°°°°°°°
                                                       °°°°°°°°°
                                                         °°°°°°
                                                            °°°
                                              
 LETTERA al CONSIGLIO:                                         

AVV.ELIO STICCO
Via Pola 10
81040 –CURTI (CE)

                                                                                            CURTI 31 ottobre 2016

                                                                               Illustre  Presidente,
                                                                                avv.Carlo Grillo
                                                                               Consigli Ordine Avvocati
                                                                                 di S.Maria C.V.
 Sono stato bersaglio nella occasione dell’assemblea  avente all’Ordine del Giorno il BILANCIO CONSUNTIVO 2016 per avere a “fin di bene” proposta una “mozione di rinvio” che  certamente sarebbe stata una pausa di utile riflessione generale ma la stessa è stata giornalisticamente manipolata per mettermi in cattiva luce ed in ostilità col Foro Aversano eppure vi avevo parlato in anteprima della necessità del “rinvio” che ritenevo da Voi condiviso.
Accortomi di avversità sia Vostra che dell’intero consiglio  preferii dispensare i partecipanti dal voto favorevole dichiarando che desideravo essere il solo ad esprimere il consenso alla mozione ma che mi sarei avvalso del rigetto della pregiudiziale per esprimere il voto contrario al bilancio di natura formale e non politico.
L’esito comunque ha dimostrato che il rinvio era comunque necessario ma non intendo di essere sempre io il bersaglio per omissioni di chiarezza laddove si innestava nell’argomento bilancio anche le trattative per la elezione del componente del nuovo SOGGETTO POLITICO deliberato dal Congresso di Rimini.
E allora analizzando i Vostri deliberati ed il comportamento della Fondazione che mi portano come obiettivo da colpire debbo provvedere alla mia difesa perdendo con Voi e la Vostra Presidenza  l’ultima speranza di vivere in serenità unionista.
Pertanto Vi chiedo copia del verbale assembleare del 27 e 28 ottobre 2016.
Per il problema della utile gestione degli avvocati esercenti nel territorio Aversano Vi chiedo di avere copia del provvedimento che ne legittima la gestione del Consiglio dell’Ordine di S.Maria C.V.per modo da mettere un punto fermo al problema evitando di trovarmi sempre come bersaglio
Mi scuso per il disturbo ma è necessario chiarezza e  certezza onde evitare gli equivoci sui quali corre la speculazione degli ignari.
Deferenti saluti.
                                          avv.Elio Sticco

Seguirà                                                      ****************
   L'AVVOCATURA di S.MARIA C.V. PRIGIONIERA 
della POLITICA ACCENTRATRICE del CONSIGLIO 
****************