AVVOCATO CASSAZIONISTA UNA VITA DEDICATA ALL'ORDINE FORENSE - GIA' PRESIDENTE DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI SANTA MARIA CAPUA VETERE HA FONDATO LA FONDAZIONE CHE PORTA IL SUO NOME E SI CHIAMA FEST

martedì 22 luglio 2014

MANCATA PARTECIPAZIONE ALL'ELEZIONE DEI DELEGATI DEL XXXII CONGRESSO NAZIONALE - INVITO AI SENATORI DEL FORO AD USCIRE DALL'ASSENTEISMO PER VALORIZZARE IL FUTURO DELLE GIOVANI LEVE



L'Unione Avvocati ha trasmesso copia del deliberato assunto motivando la mancata partecipazione alle elezioni dei delegati al XXXII Congresso Nazionale Forense. 
Certamente il Consiglio dell'Ordine, distratto dai conflitti per demolire la Fondazione, non cura  l'attività nell'interesse generale dell'Avvocatura e soprattutto quella delle giovani leve costrette a pagare la rilevante tassa di immatricolazione con un esodo dei praticanti verso gli altri fori. Inspiegabile l'accumulo dei disavanzi ,  che con il tesoretto lasciato dalla precedente amministrazione raggiunge circa i due milioni di euro. Non sappiamo quale destinazione il consiglio vorrà dare a tale importi. 
Indubbiamente, nell'approssimarsi della scadenza elettorale non sarebbe più possibile operare riduzioni, le quali avrebbero sapore di affabulazione dell'elettorato.
La classe non si spiega perché i senatori dell'Avvocatura , pur consapevoli che la precedente amministrazione ha espresso la piena soddisfazione della propria gestione per i meriti riconosciuti dal Foro e per i segni indelebili, ne riconoscono la storicizzazione; è un ciclo che deve aprire al successivo futuro che ritarda per un disinteresse inconcepibile dei senatori del Foro i quali non si esprimono sulla lotta incessante condotta da questo Consiglio nei confronti del precedente che ha esaurito il proprio compito .  
Il problema è quello di consegnare la prossima gestione alla avvocatura con l'A maiuscola che non sia spinta da interessi personali e da astio nei confronti dell'amministrazione uscente . 
Un invito quindi ai senatori del Foro a non essere assenteisti, su un problema per riguadagnare il consiglio all'Avvocatura in piena serenità e colleganza.